Perfect World, committenza, video, 2010, HD, 04':30"

 

Perfect World potrebbe essere il mondo in cui viviamo fra qualche anno se, ad esempio, l'incredibile moltitudine di fiori ed erbe che popolano i prati in primavera venisse con il passare del tempo soppiantata da pochi tipi di piante più forti e resistenti...

I colori irreali della natura ci trasportano in un luogo tanto seducente quanto inquietante, dove l'entusiasmo e la fiducia nell'innovazione fanno i conti con la paura e la constatazione di non avere certezze sulle conseguenze della "gene revolution".

Il titolo, Perfect World, da un lato allude all'omonimo gioco fantasy on-line, in cui differenti razze combattono per conquistare il dominio di vari territori; dall'altro suggerisce il rischio di ritrovarsi in un mondo perfetto ma, forse, troppo vuoto e troppo freddo.

La trasformazione di un mondo variegato – simboleggiato dal prato fiorito – in un mondo mono-tono è infatti metafora di trasformazioni eco-sociali ben più ampie, quali la perdita di varietà, di identità, e la standardizzazione.

Il video è stato commissionato dalla Fondazione per le Biotecnologie di Torino per la mostra Bioteche, curata da Franco Torriani, ESOF 2010, Museo di Scienze Naturali, Torino; e Museo d'Arte Contemporanea Villa Croce, Genova, 2011.
Nel 2011 è stato selezionato per il 14° Festival Internazionale Cinemambiente, Museo Nazionale del Cinema, Torino.